Vai al contenuto

cura osservata

5 ottobre 2014

vellaAndy Vella ha fatto foto dei Cure quasi dagli inizi (a partire dal loro terzo album, Faith, 1981) e continua a farle oggi, anche se i dischi si fanno attendere (4:13 è del 2008), ma solo adesso ha pubblicato Obscure, una splendida raccolta delle sue foto, con breve introduzione dello stesso Robert Smith.

Sfogliare l’album fotografico è ripercorrere la carriera dei Cure attraverso le immagini che hanno contribuito notevolmente a formare la loro inconfondibile identità.

Si parte appunto da Faith e si passa poi per The head on the door, con le immagine rubate durante le riprese del claustrofobico video di Close to me, diretto, come gran parte dei loro video, da Tim Pope:

Con Kiss me kiss me kiss me (1987) inizia il periodo ‘rosso’ dei Cure, con i labbroni di Why can’t I be you:

Toni più cupi accompagnano Disintegration (1989), mentre la seconda metà delle foto segue i Cure dal vivo (al Bestival del 2011, a Reading, alla Royal Albert Hall lo scorso marzo) e le immagini continuano a colpire, come succedeva per la sua copertina di Boys don’t cry, tanti anni fa:

bdcry_webandyvella

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: