Vai al contenuto

sitting in a tin can far above the world

21 aprile 2014

56805640_500x500_1Sospettando che andasse visto al cinema in 3D, ho visto (tramite iTunes, dove si possono ‘affittare’ film a 4 euro – quando anche in Italia permetteranno di scaricare legalmente le serie televisive sarà sempre troppo tardi) Gravity, che credo sia il primo film con Sandra Bullock che non ho spento dopo 5 minuti.

E’ fino ad un certo punto un film di ‘fantascienza’, perché sospetto che cose del genere possano succedere (shuttle colpito da detriti mentre aggiusta telescopio orbitale, stazioni orbitanti internazionali e cinesi a go go – la mia cheraunotanofobia ne esce rafforzata*) e l’effetto visivo della cosa è, oggettivamente, spettacolare.

Aggiungiamo un George Clooney relativamente accessorio, spunti metafisici che non stonano troppo, eccezionale fotografia, una certa vertigine ed abbiamo il film di ‘fantascienza’ dell’anno, con colpevole ritardo da parte mia.

* stando a google, sono l’unico ad usare la parola cheraunotanatofobia (la paura di essere colpiti da oggetti caduti dal cielo, tipo fulmini o stazioni orbitanti russe) ma sono sicuro di averla trovata da qualche parte, eh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: