Vai al contenuto

fraselle?

28 marzo 2014

la-costa-doro-2-copA leggere la quarta di copertina dell’edizione italiana (fuori catalogo, l’originale sta qua) de La costa d’oro di Nelson DeMille, si direbbe di avere a che fare con un capolavoro: sfondo magnifico ed opulento… si intrecciano i destini di due uomini… rampollo… lotta senza esclusione di colpi… si erge la figura indimenticabile di Susan… traboccante di sensualità e suspense… rivalità infuocata e cose così, tipiche di un giorno in cui alla Mondadori hanno assunto sostanze sospette.

In realtà è la storia di un ricco avvocato che si trova ad avere come vicino di casa un boss mafioso che a poco a poco si inserisce nella sua vita, non rendendola facile, diciamo.

Il tutto si trascina per decisamente troppe pagine, non sempre tradotte/editate acutamente, col difetto principale che il protagonista è una persona tutto sommato squallida, emotivamente distaccata dai figli e dalla moglie (per quanto facciano sesso – “traboccante di sensualità”, dicevano – con giochini di ruolo un tantino morbosi), che pare lasciarsi contaminare dalla mafia più che altro per noia, come una casalinga disperata qualsiasi.

Classica lettura da metropolitana, che scorre tranquilla. Pare ci sia un seguito, anche se DeMille ha scritto di meglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: