Vai al contenuto

Arte è disinteresse, eroismo, disprezzo dei facili successi

27 febbraio 2014

58227264_500x500_1Più che una compilation, la nuova The organisation of pop è un viaggio nella mente di Trevor Horn (qua celebrato), il genio capace di creare Video killed the radio star, mettere in piedi una casa discografica il cui nome viene diritto diritto da Filippo Tommaso Marinetti (la ZTT, cioè Zang tuum tumb), inventare i Frankie Goes To Hollywood, produrre Introspective dei Pet Shop Boys, fare Bodies con Robbie Williams, dare un senso alle  TATU ed in generale creare cose incredibili.

Gran parte di queste cose (essenzialmente quelle uscite per la sua etichetta) sono qui raccolte in due cd: il primo è quello più ‘abbordabile’ con Grace Jones, Seal, i FGTH, i Propaganda, gli Art Of Noise etc. ; il secondo disco è più di nicchia e pieno di cose ‘minori’ (se così si può definire la sontuosa Snobbery & decay degli Act), come gli Art Of Noise alle prese con Debussy, i Sexus, i Nasty Rox Inc e simili, per chiudersi poi con The amusement di Andrew Poppy che riporta un discorso di Marinetti stesso (non sapevo che ne esistessero registrazioni audio, diciamo che il tono è mussoliniano) sul senso stesso del  Futurismo.

Nel frattempo, è uscita pure un’ennesima antologia dei Frankies – ora con annesso dvd –  ed il terzo volume dei remix della ZTT, proprio per completisti, ma non ci sono mai abbastanza remix di Rage hard:

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: