Vai al contenuto

il diritto come autentica metafisica

24 gennaio 2014

schiavoneiusDi Aldo Schiavone avevo già letto il  lavoro su Spartaco che, oltre ad essere interessantissimo per l’argomento trattato, aveva il non comune pregio di essere scritto in maniera elegantissima; e quindi non ero particolarmente spaventato dall’idea di affrontare il ben più voluminoso Ius – L’invenzione del diritto in occidente.

Madornale errore, ahimé.

Il lavoro di Schiavone parte dalla complessissima questione filologica del corpus iuris civilis giustinianeo, in cui confluiscono testi tra i più disparati, amalgamati in una scrittura uniforme che rende difficilissimo riconoscere le voci dei singoli autori, i richiami, le citazioni e da lì segue il diritto romano dai suoi albori alle soglie del medioevo, cercando di ricostruire le biografie degli autori, le correnti, le idee.

Per quanto l’autore stesso sottolinei il paradosso per cui la scrittura giuridica sia completamente assente nel curriculum degli antichisti (che ‘diritto’ non sia una materia al liceo classico è ridicolo, lo dico sempre) e dei linguisti (all’università si leggono cose tipo Ausonio e Rutilio Namaziano ma neanche una riga del corpus se non al massimo le leggi delle XII Tavole, ma solo per ragioni linguistiche tipo il perfetto sigmatico di facio – faxit ! – o l’accusativo pronominale im), sin dalla prima riga Schiavone non pare intenzionato ad aiutarci ma ritiene evidentemente che siamo già laureati in legge, magari con tesi di dottorato su Ulpiano. E quindi si capisce poco, o niente.

Va comunque detto che Schiavone resta grande scrittore ad esempio nelle splendide pagine dedicate ad una lettera a Cicerone (Familiares 4 5) scrittagli dal giurista Servio (che non c’entra niente con il commentatore di Virgilio, tanto per sottolineare la mia crassa ignoranza) in occasione della morte dell’amata figlia dell’oratore, Tullia. La lettera, che non conoscevo, è una pagina di pessimismo cosmico di tono lucreziano e, direi, leopardiano sulla vita, la morte e la fine di tutte le cose (Res publica compresa) e Schiavone le rende brillantemente giustizia.

Ma ho come l’impressione che la mia ricerca di un testo perfetto sul diritto romano sia destinata a restare frustrata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: