Vai al contenuto

cheremone’s 2013 top 40 – 2

30 dicembre 2013

(qui le posizioni 40-32)

31 / The Vamps Wild heart; nuova boyband, che ha già messo gli occhi sul 2014, se gli One Direction vi sembrano troppo vicini ai Radiohead; questo è il loro secondo singolo:

30 / Union J Loving you is easy; poveri Union J, persino il loro manager se ne lamenta… il problema è che dopo un primo singolo discreto , il secondo era terribile ed ora c’il rischio che questo CAPOLAVORO ASSOLUTO passi inosservato, e sarebbe GRAVE:

29 / The Killers Just another girl; fosse pure l’ultima cosa che fanno, è bellissima.

28 / Vampire Weekend Step; impeccabili, come sempre. Qui il testo, qui quello che scrivemmo a suo tempo

27 / Depeche Mode Soothe my soul: questo è quello che succede se i DM rifanno Personal Jesus ancora più cupa (ne parlavamo qua).

26 / The Wanted Show me love (America): per cominciare, io ai Wanted voglio bene: penso che Nathan abbia un qualche potenziale e persino Tom con la sua aria da teppista mi sta simpatico (gli altri tre mi paiono decorativi e poco più) e fino a Chasing the sun (che era nella top 20 del 2012) non ne hanno sbagliata una. Poi hanno fatto l’insulsa I found you; poi hanno fatto Walk like Rihanna che a qualcuno alla casa discografica sarà parsa simpatica ma che era solo patetica; poi hanno fatto We own the night e parevano degli ubriaconi. Ora che è arrivato l’album (a due anni dal precedente! inaudito per una boyband!), non se li fila più nessuno. Devono fare da coristi a Nathan e tentare il tutto per tutto, come fanno qua:

25 / Kendrick Lamar Swimming Pool; per ogni Eminem che diventa ogni giorno di più la parodia di se stesso, esistono ancora artisti così, grazie a Dio. Qui il video

24 / Cher I hope you find it; Miley Cyrus è assente da questa classifica per ragioni etiche (quello che le scrisse Sinead O’Connor prima che la cosa degenerasse era totalmente condivisibile) ma questa canzone di Cher l’aveva già cantata lei. Sì, Cher rifà Miley Cyrus:

23 / David Bowie Where are we now; quando Beyoncé ha fatto uscire dal nulla il suo nuovo album, la frase più ricorrente era “ha fatto una bowiata

22 / Capital Cities Safe & sound; pensavo fossero tedeschi, invece sono di Los Angeles. Grande canzone, anche se dubito che ne faranno altre:

(continua)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: