Vai al contenuto

nox est perpetua una dormienda

26 dicembre 2013

9788854104532Di solito per le vacanze di Natale agli studenti del triennio assegno la lettura di un saggio critico, scelto da un elenco di soliti noti (Cantarella, Snell e quanto letto durante l’anno mi pare adatto o collegabile al programma che stiamo svolgendo); raramente sono gli studenti a proporre qualcosa, come il fanciullo che, avendo trovato La vita notturna nell’antica Roma di Karl-Wilhelm Weeber, mi chiese se poteva leggere quello (ora non succederebbe, visto che il libro mi pare fuori catalogo, a meno che non ci si voglia cimentare con l’originale tedesco).

E’ un librettino molto divulgativo che non dice nulla di nuovo ma che passa in rassegna la vita notturna dei Romani, a noi nota o tramite moralisti incalzanti (il sempre pedante Seneca e l’insopportabile Giovenale) o tramite gli idealizzanti elegiaci, per i quali la notte non dovrebbe finire mai – ed è quindi difficile farsi un’idea precisa del tema.

Se comunque si è interessati alla prostituzione, al gioco dei dadi ed a bagordi vari, è una lettura spensierata e curiosa, ma per un lavoro più attento su quelli che vivevano al margine della società è meglio quest’altro libro, accademicamente un po’ più solido.

5 commenti leave one →
  1. Anonimo navigatore permalink
    29 dicembre 2013 12:11 PM

    Professore, poi come verifichi l’effettiva lettura del testo? domanda all’interrogazione generale? interrogazione apposita?

    "Mi piace"

    • 29 dicembre 2013 12:26 PM

      dipende, ci sono varie possibilità:

      – se mi metto d’accordo con chi fa italiano, si fa un saggio breve sul tema del libro che hanno letto
      – se non sono moltissimi, ognuno fa una lezione alla classe sul libro letto
      – in un test di letteratura hanno domande specifiche sul libro letto da ognuno
      – quando interrogo chiedo anche cose del libro
      – richiamo il libro durante le spiegazioni e se l’hanno letto intervengono
      – se stanno all’ultimo anno, il libro è spesso il punto di partenza per la ‘tesina’

      "Mi piace"

      • Anonimo navigatore permalink
        30 dicembre 2013 1:11 PM

        Grazie!
        Comunque la lettura è “obbligatoria”?
        L’idea del saggio breve con doppia valutazione per le due materie soprattutto mi è sempre piaciuta.

        "Mi piace"

      • 30 dicembre 2013 1:32 PM

        sì, direi che è obbligatoria ;-)!

        "Mi piace"

      • Anonimo navigatore permalink
        30 dicembre 2013 1:40 PM

        🙂
        comunque ti invito a continuare a leggere questi testi, cosicché io possa continuare a saccheggiare i consigli bibliografici dal tuo blog!

        Buon nuovo anno!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: