Vai al contenuto

young stoker

3 settembre 2013

12455126_300x300_1Non che non mi avessero messo in guardia ma, preso da True Blood, ho avuto la non felicissima idea di cominciare a vedere, per restare in tema, The Vampire Diaries.

Ora, True Blood è per adulti, non tanto o non solo per alcune scene particolarmente esplicite, ma perché affronta temi “adulti” in chiave allegorica; The Vampire Diaries è invece chiaramente adolescenziale (deriva infatti da una serie di romanzi rivolti ad un pubblico young adult, scopro), per cui:

  • la protagonista tiene un diario
  • pure un vampiro tiene un diario (da questo il titolo, direi)
  • la protagonista ha un fratellino ribelle che si fa le canne
  • il vampiro principale fa colpo in quanto, oltre che bono, usa parole difficili come nonconformity
  • nella serie tutti gli altri parlano come se gli autori guardassero solo mtvbtw, totally, epic, douche, dude etc
  • la cosa ruota intorno a due fratelli vampiri (ah, hanno una specie di anello magico che permette loro di andare in giro di giorno ma sono tipo allergici alla lavanda), di cui Stefan è quello buono, che non vuole più ammazzare la gente, e Damon quello cattivo, che difende la tradizione vampiresca, e la fanciulla si trova ad occupare uno dei vertici di questo non originalissimo triangolo.

Malgrado questo, la prima stagione da dipendenza, ed ora sono nel loop

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: