Vai al contenuto

a+

17 Maggio 2013

42200776_500x500_1E’ nella natura delle cose che, se ti chiami Agnetha Faltskog e fai un nuovo disco, tutti tirino fuori il fatto che stavi negli ABBA.

Per cui diciamo subito che I keep them on the floor beside my bed non stonerebbe accanto ad alcune cose di Arrival e che Dance your pain away pare Voulezvous e proviamo ad ascoltare questo nuovo A (che è il suo primo album di inediti da quasi trent’anni!) facendo finta che sia una giovane stellina svedese alle prime armi, ma comunque ben inserita nell’ambiente, visto che c’è un duetto con Gary Barlow (I should’ve followed you home).

Basta già solo il primo singolo, When you really loved someone (qui il video), per innamorarsi della sua voce e della sua meravigliosità trascendente.

Dovessimo dare un consiglio a questa giovane esordiente per sfondare fuori dal mercato scandinavo, penserei all’Eurofestival

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: