Vai al contenuto

seneca redux

31 gennaio 2013

senecaepiOltre ai Dialogi, alle Epistulae morales, alle Naturales quaestiones, ai trattati filosofici ed alle tragedie, di Seneca restano anche una settantina di epigrammi – ma dire “di Seneca“, come nota Luca Canali nella sempre elegante introduzione all’edizione BUR, è un po’ come dire che il Dialogus de oratoribus è sicuramente di Tacito, che tutta l’Appendix è davvero opera di Virgilio e che il Satyricon è certamente scritto dall’arbiter elegantiae degli Annales.

La confusa tradizione manoscritta non è di grande aiuto, per cui si spazia da chi nega ogni paternità senecana, a chi attribuisce qualche testo al nostro filosofo (come il famoso epigramma su Lucano bambino o i componimenti sulla Corsica) ed a chi ritiene tutti questi testi poco più che esercizi scolastici (tema: scrivi una poesiola facendo finta di essere Seneca).

Il corpus è comunque di non difficile lettura (sono per lo più brevi testi in distici elegiaci, con qualche brano in endecasillabi faleci), ed i temi sono davvero scolastici (l’avanzata di Serse attraverso il monte Athos, l’infelice destino di Pompeo) e talora filosofeggianti (il tempus edax sa davvero di Seneca sotto prozac).

Particolarmente inquietanti sono i due-tre testi di contenuto erotico, un tema che sta al vero Seneca come la programmazione di MTV a “dignità della persona umana”.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: