Vai al contenuto

no, non sono ironico

16 agosto 2012

Come lamentavo qui, i meriti del terzo album di Samantha Fox, I wanna have some fun, non sono mai stati pienamente riconosciuti.

Qualcuno se ne deve essere accorto e, voilà, l’album è stato ripubblicato in una prestigiosa edizione con bonus tracks ed un secondo cd di mix, alcuni completamente inediti.

La title-track rivede Sam con i Full Force (con i quali aveva fatto la definitiva Naughty girls) ed è subito seguita da Love house (prodotta dai geni che fecero Rock me Amadeus di Falco) e già le prime due canzoni definiscono questo disco come un classico di fine anni ’80, a cavallo tra gli Stati Uniti e la mitteleuropa pre-crollo del muro di Berlino. C’è poi un classico profondamente inglese (la cover di I only wanna be with you), un gioiello dimenticato di SAW (You started something) e molto altro, tra cui i primi tentativi della fanciulla di scrivere una canzone (Confession).

Sono dischi come questo che definiscono un’era, anche se ci vogliono vent’anni per capirlo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: