Vai al contenuto

blur@21 – 2

7 agosto 2012

La vulgata vuole che il primo, “vero”, disco dei Blur non sia il loro non originalissimo debutto ma Modern life is rubbish, del 1993, anche perché un disco che si apre con For tomorrow non può che essere opera di un gruppo che ha trovato la sua strada, per quanto il successo commerciale fosse ancora là da venire.

Modern life is rubbish (ora riedito) è un disco profondamente inglese (cose come Sunday sunday possono essere pienamente apprezzate solo tenendo presente un determinato contesto sociale), che ha avuto la sfortuna di essere pubblicato quando il rock americano (Nirvana etc. ) si era ormai imposto come modello di riferimento da entrambe le parti dell’oceano. Quasi vent’anni dopo, questo disco ed il primo album degli Arctic Monkeys sembrano appena usciti.

Il cd di rarità raccoglie i lati b dei singoli e soprattutto ci restituisce Popscene in tutta la sua magnificenza:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: