Vai al contenuto

the shoop shoop songs

12 luglio 2012

 

Sulle sirene avevo già letto qualcosa, ed un commentatore mi aveva suggerito uno degli ultimi lavori di Domenico Musti (mio professore di storia greca – è colpa sua se so tutta la Costituzione degli Ateniesi a memoria), dedicato a Telchini e Sirene.

Con i ritmi di chi compra più libri di quanti ne riuscirà a leggere nella vita, solo ora ho preso in mano questo lavoro, ma ne è valsa la pena.

Musti parte del prologo degli Aitia di Callimaco, in cui il poeta definisce “Telchini” (sempre detto Télchini, ma mi sa che è Telchìni) i suoi avversari poetici che gli starnazzano contro e fino ad oggi mi limitavo a dire che i Telchini sono dei “demoni maligni” e passavo ad altro.

Pare invece, e la teoria è affascinante, che i Telchini siano una sorta di corrispondente maschile delle Sirene, che siano (dice Diodoro Siculo) originari di Rodi (Apollonio Rodio, capito?) e che, come le Sirene, siano difensori dell’epos tradizionale – qui Musti è molto suggestivo e consapevole di un azzardo notevole, ma l’oggetto del canto delle Sirene in Odissea XIII (“tutto quel che nella vasta Troia Argivi e Troiani soffrirono”) sarebbe proprio quel carmen continuum che Callimaco critica e che Apollonio Rodio sembra difendere e che anche il poeta dell’Odissea sembra mettere in discussione col suo canto già rivoluzionario rispetto all’Iliade

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: