Vai al contenuto

mostellaria 2.0

29 giugno 2012

Una delle sorprese della scorsa stagione televisiva statunitense, American Horror Story, ideata dai creatori di Glee (ma prima di Nip/Tuck, cosa non scontata) è, sulla carta, un trionfo di clichés narrativi sul genere, con una buona dose di splatter e di banalità.

Sulla carta. Perché quella che potrebbe banalmente apparire una serie televisiva su una casa infestata da fantasmi, diventa, per qualche strana congiunzione astrale, un incredibile esercizio di equilibrio tra il ridicolo ed il drammatico, con risultati eccezionali.

Che poi Jessica Lange abbia qui trovato il ruolo perfetto ed abbia dimostrato di essere un’attrice incredibile, lo dicono tutti, ed è vero.

Qui la prima stagione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: