Vai al contenuto

join the joyride

15 febbraio 2012

Si potrebbero fare delle battute sul fatto che la cantante di Killing me softly abbia “delicatamente ucciso” le canzoni dei Beatles, invece questo Let it be, in cui Roberta Flack riprende 12 classici di Lennon/McCartney (credo però che Isn’it a pity sia del solo George Harrison), contiene alcune gradevoli sorprese, e lo dice uno che non ha mai capito i Beatles.

Non sono re-interpretazioni sconvolgenti, ma gli arrangiamenti sono spesso convincenti ed i risultati vanno dal curioso (Come together) al notevole (Hey Jude). Considerato che erano quasi vent’anni che non faceva un disco nuovo, ci si può accontentare…

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: