Vai al contenuto

ossimori viventi

29 dicembre 2011

Che il lavoro dello storico sia difficile e sia tutto uno scartabellare tra fonti, spesso discordanti od allusive se non volutamente falsificate, si sapeva.

Ho l’impressione che l’ormai classico Giulio Cesare – Il dittatore democratico di Luciano Canfora abbia come scopo non quello di farci conoscere Cesare ma quello di far vedere quanto sia complesso muoversi nei testi di Cesare stesso, di Cicerone, di Svetonio, Sallustio e Plutarco (tanto per ricordare alcuni di quelli a noi giunti). La lettura è faticosissima, i rimandi tra varie parti del libro fastidiosi, i tentativi di leggere fra le righe degli autori classici sono intriganti ma non sempre pienamente convincenti (come nel caso di Tucidide) ed alla fine resta un notevole senso di insoddisfazione…

Nota positiva è invece l’eccellente lavoro di Pasquale Massimo Pinto (in fondo al volume) che mette in piedi una puntualissima cronologia dalla nascita di Cesare nel luglio del 100 alle Idi di marzo del 44, con puntuale riferimento alle fonti antiche.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: