Vai al contenuto

mentula, mentulae

19 agosto 2011

Come si diceva qua, Catullo non è solo mille baci e Lesbia ma anche altro, molto altro.

Mario Lentano si è divertito a raccogliere i carmina del Liber definibili come “poesie politiche“, a tradurli ed a commentarli, con la consueta arguzia e cura filologica (anche se forse irrumator non vale il dispregiativo “frocio”).

E’ così si ritrovano le polemiche con Cesare o Cicerone, la lamentela per la classe politica degenerata ed il sempre divertente ciclo dedicato a Mamurra, passato alla storia con il soprannome di “Mentula” che il Castiglioni-Mariotti traduce con l’asettico “membro virile” ma che mi sa sta più dalle parti di, er, “minchia”…

4 commenti leave one →
  1. anonimo navigatore permalink
    23 agosto 2011 11:53 PM

    Senza voler star qui ad indugiare su particolari prurginosi, ho sempre pensato che una traduzione filologicamente accettabile per “Mentula” inteso non come nome comune bensì come soprannome, e che renda anche il senso dispregiativo, potesse essere “il cazzone”. cosa ne pensi?

    "Mi piace"

Trackbacks

  1. le parole per dirlo | cheremone
  2. archilocheion deluxe | cheremone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: