Vai al contenuto

virtual band

11 giugno 2011

I Depeche Mode celebrano quest’anno i trent’anni di carriera con una seconda raccolta di remix (la prima uscì nel 2004) e una sorta di riunione virtuale, visto che Behind the wheel è per l’occasione rielaborata da Vince Clark (che fu nei DM solo nel 1981, ma che scrisse Just can’t get enough) e In chains da Alan Wilder (nei DM dall’82 al ‘95). Oltre a questo ci sono nuovi remix di Personal jesus, di Puppets (ad opera dei Royskopp) e di altri brani, più o meno noti, nonché una selezione di remix ‘storici’, per un totale (nell’edizione su 3 cd) di 37 brani. Il lavoro di Tim Simenon e Mark Saunders su Strangelove è meritorio, il crimine perpetrato da Eric Prydz su Never let me down again decisamente no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: